martedì 18 aprile 2017

CUS-TARROS, LA FINALE SI SPOSTA A GENOVA

Gara 3 e 4 al PalaCus il 19 e 21 aprile. Riequilibrati i conti e riportata la serie in parità, la Tarros si prepara alla doppia trasferta in terra genovese per le prossime due sfide della finale playoff contro il Cus. Due gare, come le precedenti due al PalaSprint, altrettanto ravvicinate: si scende sul parquet mercoledì 19 e venerdì 21 aprile, alle 20.45. “Dobbiamo essere quelli dello scorso venerdì. Saranno due partite molto difficili, non sono ammessi cali e distrazioni – sottolinea il coach bianconero Andrea Padovan – Dovremo difendere molto bene e non concedere nulla agli avversari; credo sia la difesa la chiave di volta di queste finali. Il Cus, lo sappiamo, è una squadra che gioca insieme da molto tempo e che non si arrende mai, lo abbiamo visto. Noi dobbiamo essere bravi a non lasciare che siano loro a prendere in mano il gioco”. Con un solo allenamento sulle gambe, viste le partite così ravvicinate e le festività pasquali, gli spezzini sono quindi pronti alla doppia trasferta. Palla a due per gara 3 mercoledì 19 aprile alle ore 20.45 al PalaCus. Arbitrano Luca Rezzoagli di Rapallo (GE) e Tommaso Mammola di Chiavari (GE).

sabato 15 aprile 2017

LA TARROS DOMINA GARA 2

I bianconeri vincono il secondo incontro della finale playoff e riportano la serie in parità. Ora ci si sposta a Genova per i successivi due confronti, mercoledì 19 e venerdì 21 aprile. Serviva una Tarros che fosse l'opposto di gara 1 e così è stato: i bianconeri giocano “All Together”, come da loro motto, e vincono il secondo confronto della serie playoff. Non era facile dopo la debacle di appena 48 ore prima, ma era l'unica cosa che la Tarros potesse fare per non trasformare il resto della serie in una ascesa molto complicata. “Loro potevano essere sereni, noi no – sottolinea infatti coach Andrea Padovan – Ma stavolta abbiamo giocato come sappiamo, da squadra. La partita è stata nervosa, ma non siamo caduti nel loro gioco, siamo stati bravi ad imporre il nostro. Abbiamo difeso bene e concesso al Cus davvero poco, come dimostrano i 42 punti subiti, anche se loro, come del resto pure noi, hanno commesso anche diversi errori in attacco”. Il terzo quarto che mercoledì era stato quello incriminato, quello che aveva segnato la sconfitta, è stato stavolta, al contrario, quello in cui gli spezzini hanno costruito la vittoria. Dopo essere andata alla pausa lunga sul +8, infatti, la Tarros dilaga sino a +19. A questo punto, però, non commette l'errore di gara 1, nessun calo di tensione e di concentrazione: a livello di numeri le distanze tra le due squadre si riducono leggermente, ma la partita resta sempre, saldamente, in mano bianconera. Si chiude sul 64-42 e gli spezzini riequilibrano i conti: ora la serie playoff è sull'1-1. Adwsso, però, il vantaggio del campo passa al Cus, con la serie che si sposta a Genova per gara 3 e gara 4: appuntamento mercoledì 19 e sabato 21 aprile alle 20.45. Spezia Basket Club Tarros - Cus Genova: 64-42 Spezia Basket Club Tarros: Russo 3, Tringale, Pipolo 12, Visigalli 17, Santoni 3, Manzini 2, Coari, Fazio 13, Kuntic 14, Melley 0. Coach Padovan. Cus Genova: Macrì 6, Bestagno 3, Vallefuoco 5, Bigoni 11, Dufour 13, Pampuro 0, Croce 0, Bedini 2, Ferraro 2, Franconi n.e. Coach: Pansolin-Taverna

giovedì 13 aprile 2017

LA TARROS REGALA GARA 1 AL CUS

Nel primo confronto della finale playoff, i bianconeri fanno tutto quello che non avrebbero dovuto fare e consegnano il match agli avversari. Gara 2 venerdì 14 aprile alle 20.30 sempre al PalaSprint. Una brutta copia di quella vista appena domenica scorsa contro Vado: la Tarros mette sul parquet tutto il contrario di se stessa e di quello che avrebbe dovuto fare e consegna la prima sfida della finale playoff agli avversari. Nessun dubbio se la vittoria del Cus sia stata merito proprio o demerito della Tarros, almeno secondo il Presidente bianconero Danilo Caluri: “Abbiamo fatto tutto da soli, abbiamo smesso di giocare ed abbiamo regalato la partita ai nostri avversari”. Del resto, anche solo la semplice cronaca del match bene conferma questa consapevolezza. Gli spezzini, infatti, al minuto numero 23 erano avanti di 16 punti, diventati 9 alla fine del terzo tempino e totalmente annullati all'inizio dell'ultima frazione: parziale di 0-9 e al minuto 32 la situazione è di assoluta parità. Da qui in poi si procede punto a punto sino alla sirena, che non decreta la fine del match ma la necessità dei supplementari. Si va all'overtime sul 60-60 e la Tarros, in 5 minuti, non riesce a concretizzare altro che un punto, messo a segno con un tiro libero. Il Cus ne segna 8 ed espugna il PalaSprint, portandosi avanti nella serie. Si gioca al meglio delle 5 gare, quindi c'è tutta la possibilità di recuperare. Di tempo, però, ce ne è pochissimo, visto che si torna sul parquet già venerdì 14 aprile, appena 48 ore dopo gara 1. Servirà, senza dubbio, un'altra Tarros, anzi, servirà la vera Tarros, quella fatta di gioco di squadra e determinazione. A disposizione un solo allenamento, per confrontarsi sugli errori fatti e ripartire. Gara 2 fra Tarros e Cus venerdì 14 aprile, sempre al PalaSprint, alle 20.30. Arbitrano Stefano Cannata della Spezia e Stefano Oro di Genova. Spezia Basket Club Tarros - Cus Genova: 61-68 dts Spezia Basket Club Tarros: Russo 0, Tringale 0, Pipolo 3, Visigalli 5, Santoni 12, Manzini 0, Coari 0, Fazio 11, Kuntic 30, Melley 0. Coach Padovan. Cus Genova: Macrì 12, Bestagno 4, Vallefuoco 10, Bigoni 16, Dufour 17, Pampuro n.e., Croce n.e., Bedini 5, Pettineo 4. Coach: Pansolin-Taverna